Seguici    
Accedi
 

1940: un anno drammatico

Il 1940 è formalmente un anno di guerra. Eppure, almeno nei primi mesi, è l’anno di una “strana guerra”. Fino alla primavera, quando la Germania sfonda a Occidente, alla conquista dell’Europa. 

Dopo la primavera del 1940 cadono Norvegia, Danimarca, Belgio, Olanda, Lussemburgo e Francia. Ad opporsi resta, sola, l’Inghilterra.”Non ci arrenderemo mai”, promette Winston Churchill. Ma nel giugno del 1940 entra in guerra anche l’Italia, con quella che verrrà chiamata la “pugnalata alle spalle” della Francia.

Gli Stati Uniti, intanto, sembrano ancora lontani dalla guerra, ma c’è un artista che ha già ben chiaro chi sia Hitler e cosa stia accadendo al mondo: è Charlie Chaplin. Il 15 ottobre del 1940 esce, a New York, il suo “Il grande dittatore”.

1940: un anno drammatico
prof. Lucio Villari
di Pierluigi Tiriticco

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo