Seguici    
Accedi
 

1945. La nuova libertà

C’è chi lo ha definito l’anno dello “spartiacque” del XX secolo, tra l’età della catastrofe e la successiva età dell’oro.

Il 1945 è l’anno della fine della Seconda Guerra Mondiale e il professor Lucio Villari  ripercorre le tappe fondamentali di quell’anno, dalla resa delle Germania, l’8 maggio, all’atomica su Hiroshima, il 6 agosto, fino all’inizio del Processo di Norimberga contro i criminali di guerra nazisti, il 20 novembre.

Ma il 1945 è anche l’anno che – dopo le conferenze di Jalta e Potsdam – disegna un’Europa nuova, contrapposta, simboleggiata dalla “spartizione” di Berlino. Un dopoguerra complesso anche per l’Italia, ma dal quale nasce la nuova organizzazione internazionale a difesa della sicurezza e della pace e per il dialogo tra i popoli della terra che tenterà di superare l’esperienza fallimentare della vecchia Società delle Nazioni: l’Onu.

1945. La nuova libertà
con Lucio Villari
di Roberto Fagiolo 
 

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo