Seguici    
Accedi
 

Affinati legge A Silvia di Leopardi

Eraldo Affinati legge A Silvia, la poesia di scolastica memoria che Giacomo Leopardi compone tra il 19 e il 20 aprile del 1828 in memoria di Teresa Fattorini, la figlia del cocchiere di casa Leopardi a Recanati, morta di tisi nel fiore della giovinezza. "Una semplicità solo apparente - spiega Affinati -, costata al poeta molte stesure. Il verbo rimembrare ci ricorda che, se il tempo ci illude, siamo noi che dobbiamo reinventare il passato".

Vedi le altre puntate