Seguici    
Accedi
 

Andrea Luca Attanasio. Il Progetto SUPERSCIENCEME

 

COSENZA, CATANZARO, REGGIO CALABRIA, CROTONE, RENDE, ACRI, MORANO, SIBARI, MONTALTO UFFUGO, CASTROLIBERO, CASTROVILLARI, ROSE, SAN BENEDETTO ULLANO, GERACE, LAMEZIA TERME, STILO, ISOLA DI CAPO RIZZUTO, BOVA MARINA, GIOIA TAURO, AMENDOLARA, VIBO VALENTIA, CASSANO ALL'IONIO, MONASTERACE, LOCRI, BORGIA, MILETO

Torna in Calabria la Notte Europea dei Ricercatori “SuperScienceMe: REseArCH in your REACH”, che nel 2018 l’Università della Calabria promuoverà insieme agli altri due atenei calabresi, al CNR e alla Regione Calabria. Ce ne parla, in questa intervista, Andrea Luca Attanasio, responsabile Liaison Office Ateneo Università della Calabria.

La Notte dei Ricercatori è nata in Calabria quattro anni fa ed è ora un progetto consolidato dell’Università della Calabria, Università Magna Grecia, Università Mediterranea, Regione Calabria e CNR.

SuperScienceMe sarà un giorno di festa, la festa della ricerca e della didattica, che a partire dalle prime ore del mattino vede come protagonisti principali gli studenti di ogni ordine e grado delle scuole calabresi. Attraverso il Liaison Office dell’Unical nel progetto è stato coinvolto l’intero sistema della ricerca scientifica calabrese e la Regione Calabria che ha sostenuto sin dalla prima edizione, attraverso Fincalabra, il progetto SuperScienceMe.

Partner consorzio: Università della Calabria (coordinatore), Università Mediterranea di Reggio Calabria, Università Magna Graecia di Catanzaro, CNR, Regione Calabria

Vedi le altre puntate