Seguici    
Accedi
 
 Antonella Calzolari e i suoi allievi: Oltre i banchi

Antonella Calzolari e i suoi allievi: Oltre i banchi

In Oltre i banchi, pubblicato da Fermenti, Antonella Calzolari raccoglie i temi degli alunni di una terza media dell'Istituto Comprensivo "Via Crivelli" di Roma su tre tracce: la cortesia; l’avverbio ‘forse’ che, secondo il Leopardi dello Zibaldone, è “la parola più bella del vocabolario italiano, perché apre delle possibilità, non certezze” e la citazione di Stevenson secondo cui “essere ciò che siamo, diventare ciò che siamo capaci di diventare, questo è il solo fine della vita”.

I ragazzi rispondono a questi stimoli producendo “parole pensate, personali, non sempre meravigliosamente sciorinate, ma vere, genuine”. Qualche esempio. Scrive Irene Scavonetto sulla cortesia: “se si è abituati a essere cortesi anche con un po’ più di sforzo si può riuscire a non trasmettere il cattivo umore alle altre persone. È importante sapere che la cortesia non si trova solo nelle persone più fortunate di noi, si trova anche nelle persone che hanno dei problemi a volte seri. Per molte persone è una cosa naturale per altre no, ma tutti possiamo rendere le nostre giornate e quelle altrui migliori con la l’altruismo e la gentilezza, mettendo da parte l’egoismo”; Daniele Impiglia sul “forse”: “Senza il ‘forse’, con le sue incertezze e speranze, la vita sarebbe monotona, senza dolore ma anche senza felicità: una vita grigia, piatta, una non vita piena di noia”; Valerio Manciocchi sulla citazione di Stevenson: “Dovremmo evitare di mascherare la nostra vita se non piace agli altri perché l’importante è che ci soddisfi e ci renda felici”.

Dall’introduzione di Antonella Calzolari: “io mi sento molto fortunata a lavorare con persone che stanno crescendo, che si stanno evolvendo, che diventano via via sempre più forti nell’affermazione del loro mondo interiore”: la scuola, quando funziona, accompagna il processo di crescita, stimola il pensiero, aiuta i ragazzi a prendere coscienza di sé.

Vedi le altre puntate