Seguici    
Accedi
 

Benedetta Cibrario legge Lo Scurnuso

Benedetta Cibrario, autrice di Rossovermiglio e Sotto cieli noncuranti, legge un passo dal suo ultimo romanzo uscito daFeltrinelli, Lo scurnuso. Lo ‘scurnuso’ a Napoli è il vergognoso e così viene definita una statuina da presepe, che raffigura un mezzo storpio con i piedi e le mani rattrappiti. La Cibrario ne inventa la storia, facendola cominciare nella bottega di Tommaso Iannacone, modellatore di pastori, intorno al 1792. Tommaso si prende in casa il trovatello Sebastiano, lo istruisce e poi lo manda da un altro artigiano, presso il quale il ragazzo scolpisce lo ‘scurnuso’, la statuetta che ha una vita movimentata di presepe in presepe fino ai giorni nostri.

 

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo