Seguici    
Accedi
 

Bottai fascista eretico

In questa puntata vi mostriamo la vicenda personale, le posizioni culturali e le iniziative politiche di Giuseppe Bottai, uno dei gerarchi fascisti più importanti, ma anche uno dei più enigmatici. E' caratterizzato da una forte propensione verso la cultura e il dibattito intellettuale.

Giuseppe Bottai, figlio di un commerciante di vini, nasce a Roma il 3 settembre 1895.
Fa parte della generazione dei ventenni allo scoppio della Prima guerra mondiale. 

Il 16 luglio 1943 nel pieno della guerra, Bottai, insieme ad altri gerarchi ottiene da Mussolini la convocazione del Gran Consiglio del Fascismo, che condurrà alla sfiducia del duce.

Dopo essere sfuggito a repubblichini e partigiani, dopo 4 anni nella legione straniera e dopo 10 anni a Roma da privato cittadino, Giuseppe Bottai muore il 9 gennaio 1959.

 

Bottai fascista eretico
con Mauro Canali
di Leonardo Campus

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo