Seguici    
Accedi
 

Carlo Emilio Gadda: ingegnere e prigioniero

Questo prezioso filmato, con inserti di interviste a Carlo Emilio Gadda, comincia con una panoramica su Milano e la lettura di un brano dello scrittore sugli scempi della città. Gadda comincia a lavorare come ingegnere elettronico ed è chiamato a sovrintendere la costruzione della centrale elettrica della Città del Vaticano nel 1932. Poi insegna matematica al liceo Parini di Milano e fisica per breve tempo. Lo scrittore dichiara che non gli piaceva molto insegnare e che trovava i ragazzi insignificanti. Prima di insegnare era stato in Argentina. Nel 1915 scende in piazza con i compagni di università con grande entusiasmo, ma ha poi capisce che questa dedizione alla causa non serviva a nulla. Dopo Caporetto cade prigioniero e vive la reclusione nel campo presso Hannover come una tragedia personale.  La sorella racconta quanto la madre fosse orgogliosa del figlio (nonostante gli avesse imposto, contro la sua volontà, di iscriversi ad ingegneria).

Vedi le altre puntate