Seguici    
Accedi
 

Cartoon on the bay: 11 - 13 aprile 2019 a Torino

Torino ospita al Museo Nazionale del Risorgimento italiano, dall’11 al 13 aprile 2019, il Festival Cartoons on the Bay, giunto alla sua XXIII edizione.

Il Festival si svolge in tre intense giornate ed è composto da tre aree tematiche principali:

  • PROGRAMMA PROFESSIONALE

Il Programma Professionale accoglie ogni anno più di 800 professionisti e si articola in tre giornate ricche di appuntamenti, conferenze, panel, masterclasses e un focus sul Paese Ospite. L’ormai famoso concorso Pulcinella Awards registra ogni anno oltre 500 opere da 50 paesi di tutto il mondo. Inoltre il concorso Pitch Me! permette ai giovani creativi italiani di presentare per la prima volta ad un pubblico di professionisti i loro progetti. Infine per ogni edizione viene creato un Manifesto firmato da illustri fumettisti o disegnatori e una sigla realizzata da rinomati artisti e animatori.

  • PROGRAMMA CINEMA

Il Programma Cinema prevede la possibilità di vedere gratuitamente, durante tutta la durata del Festival, anteprime, film per tutte le età e retrospettive di personaggi famosi da tutto il mondo.

  • PROGRAMMA SCUOLE

Il Programma Scuole è ricco di sorprese e prevede anteprime, film, retrospettive, incontri con gli artisti e appuntamenti speciali studiati ad hoc per bambini e ragazzi.
Il Programma è dedicato alle scuole elementari e medie, con una media di 600 presenze giornaliere. Un’importante opportunità didattica, dedicata ai linguaggi dell’animazione e alle sue grandi potenzialità.

Gli ospiti

Un ospite prestigioso aprirà la rassegna, il disegnatore americano Bill Plympton, uno dei più importanti artisti d’animazione del panorama cinematografico indipendente (una nomination all’ Oscar nel 1988 con il film “Your Face”), sarà in prima fila per ricevere il Pulcinella Award alla carriera. Mentre un secondo Pulcinella alla carriera andrà all’ animatore, regista e illustratore Michel Ocelot, che nel 1998 incantò adulti e ragazzini con il suo primo lungometraggio “Kiriku e la strega Karabà”. Cartoons festeggia l’artista francese ripercorrendone la carriera attraverso la visione di alcuni suoi film e presentando al pubblico l’ultimo nato: “Dilili a Parigi”, in collaborazione con Movies Inspired.

Promosso dalla Rai e organizzato da Rai Com, il Festival internazionale dell’animazione tv e cross mediale Cartoon on the Bay - Pulcinella Awards 2019, dedicato quest’anno al “fantastico nell’animazione”, decreterà, per bocca della sua giuria, i vincitori degli altri “Pulcinella 2019”, scelti dopo un’accurata selezione tra oltre cinquecento produzioni internazionali di opere fantasy provenienti da tutto il mondo.

Paese ospite di questa edizione gli Stati Uniti, patria di Topolino, stella di prima grandezza dei cartoon, arrivato al suo novantesimo compleanno. Al topo più famoso del mondo sarà dedicata la mostra “Omaggio a Topolino – La storia dei una pop star”, realizzata in collaborazione con la Walt Disney Italia. Con l’occasione, il direttore Luca Milano presenterà al pubblico il ricco palinsesto offerto dal canale Rai Ragazzi.

Tra le anteprime proposte, oltre al nuovo film di Ocelot, il cartone animato francese “A Spasso con Willy”, regia di Eric Tosti, distribuito da Notorious Pictures.

Nel corso del festival verranno consegnati anche i premi Migrarti Cartoon Award ed il premio alla memoria di Giuseppe Laganà, arrivato alla sua quarta edizione.

Per la sezione videogiochi, Pulcinella Career Award a “Syberia”, la trilogia dell’artista belga Benoît Sokal. La statunitense Marvel Animation riceverà invece il premio di studio dell’anno, mentre il concorso Pitch Me! è espressamente dedicato ai giovani e pensato per scovare nuovi talenti. Programma ricco anche per le scuole presenti con oltre 1300 studenti di Torino e provincia che verranno coinvolti nelle matinée organizzate al Cinema Ambrosio: un’occasione per incontrare gli artisti presenti alla kermesse: da Maurizio Manzieri a Stefano Vietti e Luca Enoch, i creatori di “Dragonero”, la serie a fumetti firmata Sergio Bonelli Editore. Ian Aranill, il protagonista di Dragonero, che compie dodici anni, si racconterà attraverso una mostra che illustra il progetto crossmediale che lo coinvolge e che vede la collaborazione delle edizioni Bonelli con la Rai.

Vedi le altre puntate