Seguici    
Accedi
 

Convegno - I Edizione di OrientaLazio

Convegno I Edizione di OrientaLazio
Pala Cavicchi Events - Roma 6 Aprile 2016

“La funzione strumentale per l’orientamento, la famiglia e le istituzioni: gli alleati del giovane nel percorso verso l’autorealizzazione”

Il convegno ha l’obiettivo di sviluppare tre nodi tematici, tutti connessi al percorso di formazione del giovane, con particolare riguardo alla storia del concetto di “orientamento” e alla sua declinazione nel contesto scolastico, familiare e istituzionale: il primo riguarda la genesi della funzione strumentale per l’orientamento, il suo sviluppo nel corso degli anni e i risultati che esso ha prodotto; il secondo riguarda il ruolo della famiglia quale supporto indispensabile per un proficuo orientamento in ogni fase della crescita; il terzo riguarda, infine, il ruolo giocato dalle istituzioni nella creazione di un’agorà ideale fra i settori della scuola, dell’università e del mondo del lavoro.

La presenza dell’orientamento nel sistema legislativo italiano è relativamente recente e risale al 1979. La sua tematizzazione concettuale, invece, risale al XVIII secolo, mentre la sua pratica effettiva è pressoché coeva alla storia umana. Tutte le società, a vario modo, si sono sempre poste, in ogni epoca e a ogni latitudine, il problema del futuro delle nuove generazioni e dell’avviamento del giovane verso la formazione e la professione.

L’orientamento si presenta, dunque, come una pratica non solo tipicamente umana, ma soprattutto “umanizzante”, nel senso che essa concorre a formare uomini e donne consapevoli di se stessi e della loro collocazione nella società e nel tempo in cui vivono. Il lavoro dell’orientatore, di conseguenza, avendo un valore primariamente pedagogico, risulta essenzialmente umanistico e, pertanto, quanto di più lontano dalla mera scelta last minute dell’università.

La persona, cioè, può orientarsi soltanto se ha maturato una adeguata riflessività e sensibilità che gli permetta di interpretare la voce profonda dei suoi desideri, valutare in maniera equa sia le sue attitudini che le opportunità che il mercato del lavoro offre.

Il percorso di orientamento è, dunque, un’attività complessa che mira alla conoscenza non solo dell’ambiente economico e professionale nel quale ci si muove ma anche della propria identità, al fine di avere una visione realistica delle proprie competenze e dei propri limiti per delineare orizzonti progettuali di vita e professionali.

Interviste al Dott. Paolo Crepet (psichiatra) “Il ruolo della famiglia nell’orientamento” e  alla Prof.ssa Mirella Rossi (Presidente Sez. Roma As.Pe.I Associazione Pedagogica Italiana) "L'avventura educativa verso nuovi traguardi"

Vedi le altre puntate