Seguici    
Accedi
 

Dante Alighieri

Il canto di Ulisse interpretato da Vittorio Gassman e quello del Conte Ugolino, letto da Carmelo Bene. Due “gioielli” che impreziosiscono – a 750 anni dalla nascita – il ricordo di Dante Alighieri.

Ospite, in studio il professor Franco Cardini che ne ripercorre la vita tra politica, poetica e poesia: dall’ingesso nel “club” degli stilnovisti di Lapo Gianni e Cavalcanti, a soli diciotto anni, alla carica di priore di Firenze, nel 1300, fino all’esilio nel 1302 al quale è costretto dalla condanna che gli infliggono i guelfi neri che hanno conquistato Firenze

Chi è stato Dante? L’ultimo pensatore del Medioevo o il primo artista del Rinascimento? E come è possibile che la sua “Divina Commedia”, piena di rimandi alla politica e alla cronaca della sua epoca, sia diventata un poema senza tempo? Un viaggio in cui anche Firenze è protagonista assoluta: la Firenze guelfa e “papale”, ma divisa tra bianchi e neri, la Firenze nella quale Dante non tornerà mai più.

Una lontananza che lo porterà a scrivere parole di fuoco contro Papa Bonifacio VIII, ma lo spingerà anche a completare la sua Divina Commedia, piena di riferimenti alla vita del suo tempo e alla sua patria.

Dante Alighieri
con Franco Cardini
di Giancarlo Di Giovine

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo