Seguici    
Accedi
 

Dionigi: il tempo e la sua mancanza

"Noi siamo costitutivamente tempo": così si esprime Ivano Dionigi - Magnifico Rettore dell'Università di Bologna - in questa intervista rilasciata a Giovanni Paolo Fontana. Citando Platone e Seneca, Dionigi fa notare come per questi due pensatori la riflessione sulla vita non possa prescindere da quella sulla sua finitezza temporale, ossia sulla morte. Che sia intesa come fine di tutto o come passaggio verso qualcos'altro, la morte implica lo scadere di un certo tempo e informa tutti i nostri atti. Per questo il tempo si rivela preziosissimo e non va sprecato. Dionigi cita di nuovo Seneca e Platone per sottolineare come ogni nostro atto debba non essere gettato via ma debba dotarsi  di senso: non bisogna buttare il tempo ma conservarlo.

Vedi le altre puntate