Seguici    
Accedi
 
 Donne del G20: ecco le 5 questioni fondamentali

Donne del G20: ecco le 5 questioni fondamentali

La ricerca di un equilibrio tra vita privata e lavoro si rivela essere la preoccupazione principale per le donne dei paesi del G20: questo è quanto emerge da un sondaggio tra oltre 9.500 donne appartenenti alle fondazioni Thomson Reuters e Rockefeller, come riporta il World Economic Forum.

Destreggiarsi tra gli impegni di lavoro e di casa per il 44% delle intervistati rappresenta la sfida più difficile che devono affrontare, in particolare in Russia e in quattro dei cinque paesi asiatici del G20, Corea del Sud, India, Cina e Giappone. Seguono al secondo posto il divario retributivo di genere, che è stato citato come la più grande preoccupazione negli Stati Uniti, Germania, Francia, Gran Bretagna, Canada, Brasile e Australia.
Il sondaggio, condotto da Ipsos MORI, classifica al terzo posto le molestie sul posto di lavoro: quasi un terzo delle donne del G20 ha dichiarato di aver subito molestie fisiche o online sul posto di lavoro, ma il 61% ha anche detto di aver segnalato raramente o addirittura mai l’accaduto.
Le donne in Turchia, Messico e Argentina erano più preoccupate per molestie, di quelle in Corea del Sud, Russia, Germania e Gran Bretagna. 

Quasi la metà delle donne ritengono di non avere le stesse opportunità di accesso al lavoro e di avanzamento di carriera degli uomini. Tuttavia, ciò che colpisce, è il risultato in Turchia e in India dove, rispettivamente solo 1 donna su cinque e 1 su 4 ritengono che questo sia un grande problema.
Tra i risultati più incoraggianti, vi è sicuramente la convinzione da parte delle donne nei paesi emergenti e delle più giovani, di poter avere figli senza danneggiare le loro carriere e sono anche fiduciose che avranno la stessa possibilità di successo degli uomini di poter avviare la propria attività: in Brasile, il 74% delle donne sostiene che avere figli non farà male le loro carriere, seguiti da Sud Africa, Turchia, Indonesia e India, dove circa 3 in 5 donne sono ottimiste al riguardo.
Al contrario le donne in alcuni dei paesi più ricchi del G20 - Germania, Gran Bretagna, Francia e Giappone - sono più propense a credere che avere figli influenzerà le loro carriere.
 

Vedi le altre puntate