Seguici    
Accedi
 
 Ecco la rete della conoscenza di RaiScuola

Ecco la rete della conoscenza di RaiScuola

La collaborazione tra la Rai e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, iniziata negli anni ’60 per volontà del Ministro Aldo Moro, si rinnova con la nuova Convenzione nel solco di quella lungimiranza che gettò le basi di un sistema scolastico universale, efficiente e di grande prospettiva.

Inoltre, da quest’anno Rai Scuola apre una finestra sull’Europa raccontando i percorsi didattici e le iniziative attuate dall’Unione.

L’UNIVERSO SCOLASTICO

L’attività editoriale di Rai Scuola si articola su diversi piani: partecipazione alle politiche di orientamento della scuola secondaria superiore e dell’università; promozione e divulgazione dell’insegnamento, dall’inglese all’economia dalla scrittura alla poesia; partecipazione alle eccellenze, i Certamina di latino e greco, il Premio per l’art. 9 della Costituzione le Olimpiadi di italiano; formazione dei docenti attraverso la predisposizione del materiale didattico grafico ed audiovisivo.

LA MISSIONE SOCIALE

Numerose le collaborazioni: con la Biennale di Venezia ed i suoi “college” di formazione nel cinema, nel teatro, nell’arte, nella musica e nella danza; con il Cnr per raccontarne i 90 anni di storia, l’articolazione e lo sviluppo della ricerca scientifica; con la Banca d’Italia, arricchendo con audiovisivi didattici i corsi per docenti scolastici.

RAI SCUOLA CROSS MEDIA

L’offerta cross-mediale ha il suo cuore nel video-portale del canale raggiungibile all’indirizzo www.scuola.rai.it, che offre contenuti per docenti – 72 mila gli insegnanti iscritti che integrano le proprie lezioni con i contenuti del portale -, studenti e famiglie. Con oltre 18 mila audiovisivi selezionati e disponibili sul sito, 200 giochi interattivi e 180 oggetti multimediali, Rai Scuola è una mediateca di supporto agli insegnanti, per la costruzione delle loro lezioni e agli studenti, per il loro curriculum di competenze.

Inoltre grazie all’accordo con i principali atenei italiani, sarà disponibile un’intera sezione di video - corsi per gli studenti universitari; ciascun video è correlato da schede editoriali, informazioni tecniche ed una guida per l’utilizzo didattico. A quello di Rai Scuola si affiancano sei portali di approfondimento tematici su letteratura (www.letteratura.rai.it), arte (www.arte.rai.it), filosofia (www.filosofia.rai.it), economia (www.economia.rai.it), media (www.media.rai.it) e scienza (www.scienza.rai.it). Cui si affiancano le pagine Facebook, Twitter e Google+, che raggiungono 400mila utenti. E le APP di Rai Educational, tra cui tre Magazine mensili (Rai Letteratura, Rai Filosofia, Rai Arte) per tablet e smartphone, che hanno raggiunto oltre 300 mila persone.

NAUTILUS. UN VIAGGIO NELLA SCIENZA

Uno dei nodi chiave dell’offerta è “Nautilus. I protagonisti della scienza”. Dal 19 maggio, ogni sera dal lunedì al venerdì alle ore 21.00 Federico Taddia incontra uno scienziato di fama internazionale per farsi raccontare il suo lavoro e quello del team dell’istituzione di appartenenza: un “viaggio per la conoscenza” di approfondimento, di scoperta, di rigore scientifico e accessibile a tutti. Nautilus ha l’obbiettivo di disvelare le frontiere del sapere attraverso la testimonianza dei suoi protagonisti alternando il racconto con documentari e “lezioni frontali”. I ragazzi in studio arricchiscono il programma con domande e ricerche utilizzando come fonte il web. Ogni settimana sarà caratterizzata da un macrotema: l’ambiente, in collaborazione col il Cnr; le scoperte della fisica con l’Infn; il viaggio nell’universo, in collaborazione con l’Inaf; i nuovi robot e le nanotecnologie , realizzato in collaborazione con l’Iit.

Tra gli ospiti: Elena Cattaneo racconta Rita Levi Montalcini; Giovanni Bignami, Presidente Inaf, racconta la nascita dell’universo e il progetto Rosetta; Daniele Malfitana, Direttore dell’Istituto per i beni archeologici e monumentali Cnr, racconta la scienza applicata alla storia dell’arte; Stefano Gresta, Presidente Ingv, racconta la storia dello studio dei terremoti, con particolare attenzione al centenario della morte di Giuseppe Mercalli; eccetera.

Dopo ogni puntata di Nautilus, l’avventura nella scienza si completa con una serie di documentari internazionali, selezionati fra i prodotti migliori delle televisioni pubbliche e network di divulgazione scientifica nonché nel repertorio di qualità delle Teche Rai.

PROGRAMMI IN CONVENZIONE

Diversi, infine, i programmi in convenzione. Da un viaggio nella scuola che cambia con il Miur, alla serie di trasmissioni indirizzate agli studenti in uscita dalle scuole medie e secondarie; alla Scuola Superiore di Polizia, che ha aperto le porte agli studenti italiani con un corso dedicato alle iniziative a favore della sicurezza; all’educazione economica dei ragazzi, già sviluppata in collaborazione con la Banca d’Italia, e da quest’anno in collaborazione anche la Corte dei Conti; alla conoscenza della Guardia di Finanza a quella della protezione civile; alle diverse olimpiadi; al divertinglese, spazio quotidiano dedicato all’apprendimento della lingua inglese.

Vedi le altre puntate