Seguici    
Accedi
 

Effetti Brexit nell`ambito accademico: prof. Gilberto Brambilla

La Brexit, secondo Gilberto Brambilla, professore nel centro di ricerca sull'optoelettronica presso l'Università di Southampton, ha avuto molteplici effetti, uno sulla vita di ogni giorno e l'altro sulla carriera. Prima del referendum le università inglesi andavano molto meglio, perché avevano una moltitudine di studenti che venivano dall'estero e avevano una serie di progetti finanziati dall'Ue. Dopo la Brexit, molti ricercatori non hanno più avuto il coraggio di fare domanda per fondi di ricerca dell'Ue e questo ha influito sulla quantità di risorse economiche che l'università riceve.

In realtà, secondo il prof. Brambilla, abbiamo avuto anche degli effetti positivi perché tutti i progetti che erano finanziati dall'Ue, hanno aumentato il loro valore: la svalutazione della sterlina ha aumentato in termini reali la quantità di denaro a disposizione per i progetti. Ma accanto a questo c'è una maggiore difficoltà ad avere accesso ai fondi europei. Altro aspetto sottolineato dal prof. Brambilla è che la popolazione del nord nel Regno Unito, tende ad essere più ostile nei confronti degli europei, al contrario di un sud che si rivela essere più internazionale e più aperta.

 

Gilberto Brambilla è professore nel centro di ricerca sull'optoelettronica presso l'Università di Southampton, dove è stato assunto come ricercatore dal 2002. Ha attenuto  la sua laurea (ingegneria nucleare) con lode presso il Politecnico di Milano (Italia) e il dottorato di ricerca in optoelettronica all'ORC nel 2002. Nel 2007 ha ricevuto la prestigiosa borsa di ricerca dalla Royal Society. E' stato direttore del centro per la produzione innovativa di dispositivi fotonici fino al 2015. Come co-direttore e manager generale dell'Hub della fotonica ha la responsabilità per la ricerca sulle quattro piattaforme nell'Hub. Ha pubblicato piu' di 300 articoli in riviste scientifiche internazionali e conferenze, e' autore di 4 brevetti ed ha dato più di 30 presentazioni su invito in 5 continenti.

 

Vedi le altre puntate