Seguici    
Accedi
 

Elogio della follia. Letture d`autore

Il compositore Giuseppe Sinopoli (Venezia 1946 – Berlino 2001) parla della celebre opera di Erasmo da Rotterdam e della sua attualità.


"Come niente è più frivolo che trattare in modo frivolo cose serie, così niente è più gradevole che trattare argomenti leggeri in modo da dare l`impressione di non avere affatto scherzato. Di me giudicheranno gli altri; eppure se la presunzione non mi acceca completamente, ho fatto sì l`elogio della follia, ma non certo da folle”.


Così scrive Erasmo da Rotterdam (Rotterdam 1466 – Basilea 1536) nel suo Elogio della follia (1509).


Monaco agostiniano allontanatosi dal clero, Erasmo critica la società corrotta in ogni suo aspetto, polemizza contro la chiesa dai costumi degenerati e individua nella follia il vero motore di tutte le cose del mondo, in una visione spregiudicata ma non per questo scevra di considerazioni etiche sulla realtà contemporanea.

Dapprima attratto dal luteranesimo, egli rimane poi del tutto neutrale nelle lotte per l’affermazione dei principi luterani.
 

Vedi le altre puntate