Seguici    
Accedi
 

Enzo Bianchi: don Milani profeta

Cosa resta del pensiero e dell’opera di Don Lorenzo Milani a cinquant’anni dalla morte secondo Enzo Bianchi.

 

 

Enzo Bianchi nasce a Castel Boglione il 3 marzo 1943. Terminati gli studi in economia all'Università di Torino si ritira in solitudine in una cascina, nella piccola frazione di Bose a Magnano (Biella), sistemata con alcuni degli amici con cui aveva condiviso gli anni di studio. Resterà solo per i primi tre anni, arrivano poi i primi fratelli e sorelle, cattolici e protestanti, che con lui iniziano la vita in comune, nel celibato, nella preghiera e nel lavoro. Inizia così la Comunità monastica di Bose, che sarà riconosciuta non come nuovo ordine monastico, ma come Associazione privata di fedeli. Scrive per La Stampa, La Repubblica, Osservatore romano, Avvenire, Famiglia Cristiana e, in Francia, La Croix, Panorama e La Vie. Ha diretto per 15 anni, fino al 2005, la rivista Parola, Spirito e Vita; è membro della redazione della rivista internazionale di teologia Concilium.Il 22 luglio 2014 è stato nominato da papa Francesco consultore del Pontificio consiglio per la promozione dell'unità dei cristiani. Dal 25 gennaio 2017 non è più priore di Bose.

Vedi le altre puntate