Seguici    
Accedi
 

Erasmo da Rotterdam e la guerra

Eugenio Garin storico della filosofia italiano (Rieti 1909 - Firenze 2004) affronta in questa intervista dell'Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche il tema della pace in Erasmo (Rotterdam 1466 o 1469 - Basilea 1536). Gli Adagia trattano della pace in Europa, nei suoi aspetti religiosi e politici. Gli scritti di Erasmo, salvo le differenze tecnologiche, sono ancora attuali.

Erasmo ha scritto sulla pace soprattutto dopo aver visto, durante il suo viaggio in Italia, il Papa promuovere la guerra, nel Giulio escluso dal cielo si oppone alla tendenza della Chiesa a risolvere i conflitti con la guerra. Anche in un altro degli Adagia, I sileni di Alcibiade, c'è un duro attacco alla guerra. E nel Dulce bellum inexpertis si mettono in evidenza le presunte bellezze della guerra da parte di chi non l'ha mai conosciuta. Erasmo paragona il regnante ad un'aquila assetata di sangue e violenza. In un altro testo si chiede che cosa spinga gli uomini a sterminarsi reciprocamente, mostrando così di possedere un livello di aggressività di gran lunga superiore a quella delle altre specie.

Vedi le altre puntate