Seguici    
Accedi
 

Federico Zeri. Il restauro del Cenacolo di Leonardo

Lo storico dell'arte  Federico Zeri (Roma 1921 - Mentana 1998) commenta i risultati dell’opera di restauro, compiuta nel 1995, del Cenacolo, il grande capolavoro di Leonardo Da Vinci (Vinci, Pistoia 1452 – Amboise, Francia 1519).
L’affresco, che raffigura magistralmente il momento drammatico in cui Gesù, durante la sua ultima cena, rivela l’imminente tradimento di uno degli apostoli, venne realizzato da Leonardo tra il 1494 e il 1498, per la sala del refettorio del convento dei Padri delle Grazie, a Milano. L’opera ottenne, già dai primi anni dalla sua realizzazione, fama e notorietà per l’innovazione della sua raffigurazione prospettica, suggerita non solo dalla rappresentazione spaziale, ma anche dal movimento delle mani degli apostoli, che sembrano indicare idealmente il Salvatore. Nonostante ciò, l’affresco subì bombardamenti e incuria, che provocarono danni alla sua struttura e alla natura stessa del dipinto.
L’opera di restauro ha restituito al Cenacolo la luminosità del colore, ottenuta dal maestro di Vinci con tecniche tuttora misteriose, e l’aspetto originario delle figure e dei particolari della mensa, prima invisibili perché nascosti da fuliggine e da restauri mal compiuti.Sequenze tratte Sequenze tratte dallo sceneggiato televisivo del 1971 prodotto dalla Rai, La vita di Leonardo da Vinci, diretto da Renato Castellani.

Vedi le altre puntate