Seguici    
Accedi
 
 Futuro Remoto-Costruire: 7-10  ottobre a Napoli la cultura scientifica e tecnologica

"Futuro Remoto-Costruire": 7-10 ottobre a Napoli la cultura scientifica e tecnologica

La XXX edizione di Futuro Remoto ha come per titolo “COSTRUIRE” ed è promossa dalla Fondazione Idis - Città della Scienza, dall’Università degli Studi di Napoli Federico II e dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, dalla Regione Campania, dal Comune di Napoli in partnership con la Seconda Università degli Studi di Napoli, l’Università degli Studi di Napoli l’Orientale, l’Università degli Studi di Salerno, l’Unione Industriali di Napoli, Confindustria Campania e in collaborazione con tutte le altre Università della Regione Campania, i centri di ricerca, le istituzioni e fondazioni culturali, il mondo delle imprese e del lavoro.
L’edizione 2016 della manifestazione ha ottenuto il conferimento della Medaglia del Presidente della Repubblica.

Nel 2016, dopo il successo dell’ultima edizione che ha visto coinvolta tutta la città con le sue Università, i suoi centri di ricerca e i suoi musei, registrando più di 150.000 visitatori, Futuro Remoto vuole riaffermare il suo carattere di vera e propria “Festa della Scienza”.

IL VILLAGGIO DELLA SCIENZA 2016
Il cuore di Futuro Remoto è il Villaggio della Scienza di Piazza del Plebiscito dove si prevede la partecipazione di un pubblico ancora più numeroso di quello dell’anno scorso. Il Villaggio della Scienza è ancora più grande e articolato: 9 le isole tematiche (ciascuna con responsabili scientifici di fame nazionale e internazionale) con allestimenti di oltre 6.000 mq che prevedono il coinvolgimento del Palazzo Reale, del Circolo Ufficiali dell’Esercito, del Circolo Ufficiali della Marina Militare, del Circolo artistico Politecnico del Caffè Gambrinus

LE ATTIVITÀ DI FUTURO REMOTO
Tutte le attività sono hands on, basate sull’interattività e sulla possibilità per i visitatori di toccare “con mano” i fenomeni scientifici e di scoprire le frontiere della ricerca scientifica, filosofia alla base del successo di Città della Scienza e dei science centre di tutto il mondo.

Laboratori Scientifici
Cuore pulsante di Futuro Remoto sono i laboratori scientifici nei tutti i rappresentanti del mondo della ricerca e dell’innovazione mostrano al grande pubblico come sia possibile impadronirsi dei concetti scientifici senza fatica, anzi divertendosi.

Fab/Laboratori di Arti e Mestieri, Creatività e Making
Per conoscere e valorizzare i mestieri tradizionali che stanno rivivendo grazie alle nuove tecnologie i visitatori possono partecipare a laboratori ad alto contenuto tecnologico, nei Fab Lab allestiti.

Concorsi e Competizioni
Tante sono le opportunità per il mondo della scuola, della ricerca, dell’università e delle imprese di partecipare a concorsi e competizioni che sono state lanciate nei primi mesi del 2016 e hanno il loro momento conclusivo nel corso della manifestazione in piazza


Science Show, eventi speciali, spettacolo
Anche lo spettacolo dal vivo è presente a Futuro Remoto per esplorare la magia della scienza e della tecnologia, in science show, performance, letture, concerti, rappresentazioni e grandi eventi.
Un’enorme REAZIONE A CATENA è una sorprendente sequenza di cause ed effetti generata dallo scambio di idee e dalla creatività collettiva.

Grandi Conferenze
Personalità del mondo accademico nazionale ed internazionale, della cultura scientifica ed umanistica, esperti di tecnologia incontrano il pubblico per dare risposta alle tante domande sulla scienza di oggi e di domani.

Incontri, Café Scientifique e Lezioni in Piazza
Molti sono i dibattiti, incontri e seminari in cui il pubblico incontra personalità della cultura scientifica ed umanistica, docenti universitari, ed esperti di tecnologia per avere risposta alle tante domande sulla scienza di oggi e di domani.
Si succedono attività partecipative ospitate nei caffè intorno a Piazza del Plebiscito per informarsi, riflettere e discutere insieme ad esperti su temi scientifici, etici e sociali connessi alla ricerca scientifica e tecnologica. Per prepararsi alle scelte di un futuro ormai alle porte, scelte nelle quali tutti noi saremo chiamati ad esercitare la nostra responsabilità di uomini e cittadini.
Anche l’università si trasferisce a Piazza del Plebiscito: docenti degli atenei campani tengono lezioni speciali rivolte agli studenti dei loro corsi e aperte al pubblico interessato dai temi trattati.

Il tema del Costruire è il cappello che contiene la declinazione di molteplici sottotemi che verranno sviluppati in ciascun padiglione con laboratori, dimostrazioni, science show e spettacoli.

“Futuro Remoto – COSTRUIRE” è dunque un’occasione per comunicare e far conoscere i risultati più recenti ed importanti della ricerca scientifica, culturale e tecnologica, e le ricadute di questa ricerca sulla vita quotidiana dei cittadini, ma è anche una vetrina dell'industria italiana e della innovazione proposta dalle imprese del nostro Paese.

Info:http://www.cittadellascienza.it/futuroremoto/2016/
 

Vedi le altre puntate