Seguici    
Accedi
 

GAP - L`Italia che risuona: il Miserere di Sessa Aurunca

Ambrogio Sparagna ci porta in viaggio nell’Italia che risuona. La prima tappa è Sessa Aurunca, in provincia di Caserta, città del Miserere. Si canta in trio ma è come se si sentisse una voce sola, le tre voci - bassa, media e alta - producono un lamento sonoro doloroso, le parole del Salmo 50 di Davide si percepiscono a tratti, che si diffonde nelle chiese e nei vicoli antichi, creando trai partecipanti un forte senso di pietà e commozione. Il Miserere accompagna tutto il periodo di Quaresima, si canta sia nelle funzioni liturgiche che nelle case, come forma di augurio, e per cantarlo ci vogliono tanta abilità tecnica e continuità, come ci spiegheranno anche alcuni gruppi di cantori. Ogni trio ha le proprie caratteristiche timbriche e musicale, il Miserere del trio anziano ha un’aura di mistero, un suono arcaico a cui si ispira il canto dei più giovani. Il Miserere è un canto che cerca la riconciliazione e genera armonia e identità, così questa antica città, attraverso questo canto, cerca la riconciliazione con la sua antica storia, fatta di cultura e bellezza.