Seguici    
Accedi
 

Genitori al singolare: vincere la sfida quotidiana della monogenitorialità

Le famiglie monoparentali non sono più, oggi, casi sporadici, ma realtà diffuse — e in continua crescita. Nonostante ciò, la sensazione che tutti i genitori soli riferiscono di provare più frequentemente è la solitudine: si sentono soli a portare il peso della crescita di un figlio senza un partner, inadeguati e giudicati nel confronto con il modello della famiglia tradizionale, abbandonati per la scarsità di strutture, associazioni e reti che diano loro sostegno e aiuto.
In tale contesto nasce il libro scritto da Claudette Guilmaine, "Genitori al singolare: vincere la sfida della monogenitorialità" e la cui edizione italiana di Erickson è a cura di Mariella Bombardieri, mediatrice familiare professionista: l'obiettivo è spezzare questo circolo vizioso e dimostrare che la monogenitorialità (che sia subìta o scelta, permanente o transitoria) è una sfida complessa ma possibile, le cui soddisfazioni possono essere eccezionali. 
Accanto a strumenti e suggerimenti per far fronte ai problemi economici, sociali e educativi, le storie di uomini e donne che leggerete danno voce ai dubbi, ai sacrifici, alle paure che essere un genitore single comporta. 
Al centro di tutte le testimonianze ci sono i pianti, i sospiri, le confidenze e i sorrisi di chi ha saputo assumere il proprio ruolo, opporsi all’isolamento e scegliere la vita, anche nei momenti più bui. Le loro storie danno coraggio e ispirazione... ovunque siate lungo questo difficile, sfidante, bellissimo viaggio.

Vedi le altre puntate