Seguici    
Accedi
 

Giuseppe Verdi: destino e desiderio nel Trovatore

Alessandro Baricco racconta l’opera di Verdi nei suoi aspetti narrativi e simbolici: il tema è la vendetta, i personaggi dell’opera sono rituali e il destino li muove e le loro direzioni sono subito svelate, sin dall’inizio della storia.

Nel Trovatore, Azucena deve vendicare la madre, condannata a morte dal Conte di Luna perché creduta strega. Azucena rapisce il figlio del Conte di Luna per gettarlo nel fuoco ma sbaglia persona: Nelle fiamme getta il proprio bambino. Per riparare il tragico errore adotta Manrico, fratello del Conte di Luna. Da un punto di vista narrativo lo scambio dei bambini è quasi ridicolo, tanto è assurdo e improbabile. Ma il pubblico all’opera non ride.

La musica compie il gesto drammatico di rappresentare il destino crudele, con molta verità espressiva. Due esempi noti: Arsace nella Semiramide di Rossini e Rigoletto di Verdi, personaggi che, per errore, uccidono le persone più care che hanno nell’intento di realizzare una vendetta insensata. Assistiamo alle prove del dialogo tra Azucena, il contralto Dolora Zajick, e Manrico, durante le prove col maestro concertatore e durante la recita.

Vedi le altre puntate