Seguici    
Accedi
 
 Identikit delle donne di potere ai vertici delle partecipate

Identikit delle donne di potere ai vertici delle partecipate

Il Governo ha ufficializzato le liste per il rinnovo dei Consigli di amministrazione delle società partecipate. All'Eni arriva Emma Marcegaglia come presidente e Claudio Descalzi come amministratore delegato, mentre all'Enel salgono Patrizia Grieco presidente e come ad Francesco Starace ad. Finmeccanica avrà come ad Mauro Moretti e Gianni De Gennaro rieletto presidente. Alle Poste, Francesco Caio, come ad, con Luisa Todini alla presidenza. A Terna, per il momento, è certo soltanto il presidente Catia Bastioli; mentre per l'amministratore delegato serve ancora un giorno di riflessione. Quindi, come promesso da Renzi, tre donne alla presidenza, e taglio ai compensi: verrà proposto alle assemblee di Enel, Eni, Poste e Finmeccanica che il compenso annuo sia fissato nella cifra di 238mila euro annui lordi.
Un dato è certo, ben tre donne alla presidenza, riaprendo quindi l’attenzione sulla questione femminile sul divario di genere presente: l' Italia occupa la sedicesima posizione quanto a presenza femminile nelle società quotate. Il dato italiano, relativo al periodo precedente le nomine di Renzi, è del 12,9%, contro il 29,1 finlandese, il 26,8 % della Francia ed in generale una media Ue è del 16,6%. Da sottolineare che da ottobre del 2012 il miglioramento è stato superiore alla media, con un + 1,2 %.


LA GALLERY

Vedi le altre puntate