Seguici    
Accedi
 

Il Circolo di Vienna. Superamento della metafisica ed empirismo logico

Il filosofo della scienza tedesco Carl Gustav Hempel  (Oranienburg, Berlino, 1905 - Princeton, New Jersey, 1997) in un’intervista dell’Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche del 1989, illustra la nascita dell`empirismo logico.
Ne descrive le radici storiche e teoriche, all’interno del Circolo di Vienna che raccoglieva persone, non originariamente studiose di filosofia, e il cui organizzatore, il filosofo Moritz Schlick, era anch’egli di formazione scientifica.
Partendo da una comune insoddisfazione nei confronti della filosofia, che non era riuscita a compiere progressi nella soluzione dei problemi metafisici, si fa un confronto col lavoro scientifico, in cui il progresso è visibile con tutta evidenza.
Il problema fondamentale della filosofia sta nel modo in cui vengono formulate le domande.
Le dottrine metafisiche sono prive di contenuto empirico e quindi considerate come dei “non sensi letterari”, oppure espresse con un uso non descrittivo del linguaggio.
I problemi metafisici, quindi, non essendo scientifici, non possono essere risolti, caso mai disciolti attraverso quello che, Rudolf Carnap chiama il superamento della metafisica attraverso l’analisi logica del linguaggio.

Vedi le altre puntate