Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Il Dalai Lama incontra i giovani - Parte Terza - Gli Equilibri Mondiali

La profonda convinzione che l’amore, la compassione, l’altruismo e tutte le altre qualità positive dell’uomo non appartengano esclusivamente ad un'unica tradizione religiosa sono l’argomento centrale della terza parte della Lectio Magistralis che il Dalai Lama ha tenuto al teatro Arcimboldi di Milano e dedicato a un pubblico di giovani e studenti.

Viviamo un periodo di profondi e repentini cambiamenti degli scenari internazionali, sostiene Tenzin Gyatso, premio Nobel per la pace e massima voce del buddhismo mondiale. Quindi è necessario coltivare le giuste pratiche religiose ricordandosi di principi come la non violenza, l’altruismo, il rispetto reciproco.

Le preoccupazioni degli esponenti delle grandi nazioni del mondo possono essere superate da un percorso morale che porta a trovare la fonte dell’autentica felicità le cui basi risiedono nei già enunciati principi che superano le divergenze di opinione.

Nel piccolo stato del Tibet, afferma il Dalai Lama, e nelle ancor più piccole comunità buddhiste sparse nel modo, la gente è molto povera, vive in modo semplice e non persegue modelli materialisti. Lui stesso, racconta, “Sono nato da una famiglia poverissima …

A volte incontro dei miei vecchi amici che mi dicono “Ma qual è il segreto della tua giovinezza, che sembri ancora giovane” e io per scherzare rispondo che è una cosa naturale, perché fin da piccolo ho cercato di studiare e di imparare a gestire la mente e le emozioni”.

Vedi le altre puntate

Ritratti

Il Dalai Lama incontra i giovani - Parte Terza - Gli Equilibri Mondiali

Europa Adesso

Europe Now

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo