Seguici    
Accedi
 

Il nazismo e la fuga dei cervelli

Il ciclo di unità audiovisive dal titolo comune Storia della scienza, tratte dal progetto di Rai Educational Pulsar, propone il racconto, in ordine cronologico, delle radicali trasformazioni introdotte dalla scienza e dalla tecnologia nel corso del Novecento.
Lo scopo è quello di offrire agli insegnanti un supporto didattico che, oltre a sintetizzare i concetti basilari, ponga l`accento su un aspetto spesso trascurato dai libri di testo: la dimensione storica e culturale che ha favorito il progresso scientifico.
L`unità, mediante le immagini di documentari dei primi anni Trenta, ricostruisce la scalata di Hitler al potere. Nel dicembre del 1931 Einstein e la moglie si imbarcano per l`America. Nel giro di pochi mesi, infatti, gli Ebrei vengono allontanati dall`università, dal giornalismo, dall`agricoltura, dall`arte, dai pubblici uffici. Studiosi e ricercatori si dirigono verso il Nuovo Continente, con la conseguenza che l`epicentro della cultura mondiale si sposta dall`Europa agli Stati Uniti. In un`intervista, Nicola Tranfaglia, professore di Storia dell`Europa all`Università di Torino, sottolinea che nei paesi che hanno conosciuto la persecuzione politica, il livello scientifico si è abbassato: la storiografia è concorde nel sostenere che i risultati migliori si sono ottenuti sotto i governi democratici.

Vedi le altre puntate