Seguici    
Accedi
 

Info.eco - Il Rispetto degli Animali

Ivan Bacchi ci mostra la ricchezza della biodiversità italiana, la più ricca d’Europa

Nel 2010, in Italia, risultavano a rischio di estinzione il 68% dei vertebrati terrestri, il 66% degli uccelli, il 64% dei mammiferi, il 76% degli anfibi, il 69% dei rettili e addirittura l’88% dei pesci d’acqua dolce.

Tra caccia, bracconaggio, agricoltura intensiva ed espansione edilizia, le specie animali riferite alle zone umide corrono numerosi rischi. La lontra è il più raro mammifero dei corsi d’acqua italiani ed è oggi a rischio sopravvivenza, soprattutto a causa dei frequenti investimenti da parte di automobili. L’habitat naturale della lontra, infatti, è stato profondamente modificato dalla presenza d’infrastrutture e dall’inquinamento dei fiumi, registrando così un numero totale di esemplari poco superiore alle 250 unità. Le stesse motivazioni hanno ridotto a poche coppie concentrate nella sola Sicilia gli esemplari dell’Aquila del Bonelli, per altro ulteriormente minacciata dalla caccia che ha, di fatto, limitato in maniera massiccia il numero delle sue principali prede, i conigli.

Altre vittime della caccia sconsiderata sono la pernice bianca, un volatile che ormai non raggiunge le 9000 coppie in Italia e le anatre mediterranee, di cui il consumo del suolo e la caccia intensiva ne hanno decretato la quasi totale estinzione in tutto il bacino del Mediterraneo. Restano in Italia meno di 100 coppie di esemplari.

Fortunatamente, seppur lievi, vi sono segnali di ripresa per la salvaguardia di alcuni volatili. L’airone bianco è una delle specie che ha mostrato segni di crescita maggiore negli ultimi anni: la specie è di fatto in aumento in tutta Europa, in Italia se ne contano circa 40 coppie. Stesso discorso per il falco pellegrino, specie fino a poche decine di anni fa a serio rischio di estinzione ed oggi attestata ad un livello di 1300 coppie nidificanti.

Vedi le altre puntate

scuola.eco

info.eco

arte.eco

info.eco

arte.eco

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo