Seguici    
Accedi
 

Info.eco - Le Biomasse

Con Ivan Bacchi scopriamo il ruolo potenzialmente nevralgico delle biomasse nella produzione energetica. 

Nonostante la crisi economica, le emissioni globali di Co2 nel 2010 hanno raggiunto la quota record di 33 miliardi di tonnellate: la quantità di anidride carbonica rilasciata in atmosfera negli ultimi 20 anni è quasi raddoppiata, aumentando del 45%.

Causa principale di questo risultato veramente poco green, è l’aumento della domanda di energia da parte dei Paesi emergenti, come la Cina, diretti responsabili di una crescita di emissioni pari al 5,2%.

I Paesi industrializzati invece hanno registrato un trend positivo tale da far sembrare più vicino l’obiettivo di Kyoto di ridurre del 12%, rispetto al 1990, le emissioni entro il 2012.

In questi venti anni, i 27 membri dell’Unione Europea hanno ridotto la Co2 complessiva del 7% e la Russia, ad esempio,  ha contratto le emissioni di ben il 28%.

E in Italia? Nel 2010 abbiamo prodotto 410 milioni di tonnellate di Co2, pari a 6,8 milioni di tonnellate pro capite, con una diminuzione totale rispetto al 1990 del 3%  e del 9% rispetto al dato per abitante. La riduzione delle emissioni è da attribuirsi alla progressiva diminuzione, da parte dei Paesi risultati virtuosi, della dipendenza da carbone e petrolio, che hanno preferito risorse energetiche come le biomasse, a minore o a zero impatto ambientale.

Vedi le altre puntate

scuola.eco

info.eco

arte.eco

info.eco

arte.eco

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo