Seguici    
Accedi
 
 Iscrizioni 2019/20: ecco gli indirizzi più gettonati

Iscrizioni 2019/20: ecco gli indirizzi più gettonati

 

Il 31 gennaio si sono chiuse le iscrizioni per l’anno scolastico 2019/2020. La domanda era on line per la Primaria, la Secondaria di primo e secondo grado, cartacea per l’Infanzia. Secondo i primissimi dati resi disponibili dal MIUR, risulta costante il trend di crescita dei Licei, scelti dal 55,4% degli studenti (oltre uno ragazzo su due). Anche quest’anno aumenta la percentuale di iscritti al Liceo Classico: il 6,8%, rispetto al 6,7% dell’anno scorso. Lo Scientifico (tra indirizzo tradizionale, opzione Scienze Applicate e sezione Sportivo) si conferma in testa alle preferenze: lo ha scelto il 25,5% degli studenti, con una leggera flessione dello 0,1% rispetto allo scorso anno. Lieve flessione dell’indirizzo tradizionale (passato dal 15,6% dello scorso anno al 15,4% delle scelte del prossimo anno scolastico), mentre cresce la percentuale di chi sceglie l’opzione Scienze Applicate: l’8,4% quest’anno, l’8,2% un anno fa. Il Liceo Sportivo passa dall’1,8% del 2018/2019 all’1,7% del 2019/2020.

Stabili le preferenze per il Liceo linguistico (9,3% ) e quelle per il Liceo europeo/internazionale (0,5%). Calano le iscrizioni al Liceo Artistico (dal 4,1% dell’anno scorso al 4%), prosegue la crescita del Liceo delle Scienze umane: lo ha scelto l’8,3% dei ragazzi rispetto all’8,2% dell’anno scorso, e dei Licei musicali e coreutici, passati dallo 0,9% degli ultimi tre anni all’1% del 2019/2020.

Uno studente su tre (31%, erano il 30,7% un anno fa) ha scelto un Istituto tecnico. Il settore Economico è stabile all’11,4%, il Tecnologico, con i suoi indirizzi, continua ad attrarre maggiormente, con il 19,6% delle scelte (registrava il 19,3% nel 2018/2019). Gli Istituti professionali, scelti dal 13,6% degli studenti, registrano un lieve calo rispetto al 14% del 2018/2019.

Anche quest’anno il Lazio si conferma la regione con la maggiore percentuale di iscritti ai Licei, con il 68,6%. Seguono Abruzzo (61,2%), Campania (59,1%), Sardegna e Umbria (58,5%), Sicilia (58,2%). Il Veneto si conferma la regione con meno ragazzi che scelgono gli indirizzi liceali (45,7%) e la prima nella scelta dei Tecnici (40%). Nei Tecnici seguono Emilia Romagna (37,2%) e Friuli Venezia Giulia (36,5%). La regione con la più alta percentuale di iscritti negli Istituti professionali è la Basilicata (16,8%), seguita da Campania (16%) ed Emilia Romagna (15,8%).

Per quanto riguarda il meccanismo dell’iscrizione on line, Il 69,11% delle famiglie l’ha effettuata in autonomia, senza difficoltà. Il servizio è comunque sempre più apprezzato: secondo i primi dati diffusi dal Ministero, il 91,56% degli utenti ritiene efficiente il funzionamento del servizio.

Bene accolta anche la novità della web app che tramite il QR Code consentiva di accedere alle schede anagrafiche delle scuole: lanciata lo scorso dicembre, ha registrato quasi 107.000 accessi. La percentuale più elevata di accessi è stata nelle Marche (80%), in Piemonte e Abruzzo sono stati rilevati il 65% di accessi. Seguono Lazio (61%) e Lombardia (59%).

Vedi le altre puntate