Seguici    
Accedi
 

Jean Heidmann: l`odissea cosmica

Nel filmato, tratto dall’Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche, l'astronomo francese Jean Heidmann (Jeumont 1923 - Parigi 2000) in un’intervista del 1988, riprende la metafora di "odissea cosmica" con cui ha designato, in una sua opera, l`incredibile sequela di circostanze favorevoli che sono state necessarie per la comparsa dell`uomo sulla terra.
Un tentativo di spiegazione, elaborato dall’astronomo Brandon Carter nel 1973, è il "principio antropico", secondo il quale l`universo si è necessariamente evoluto in modo che l`uomo potesse essere presente per osservarlo.
Altri, dopo Carter, hanno accentuato in senso finalistico la sua teoria. Per Heidmann, non c`è niente nella storia dell`universo che giustifichi il ruolo che quest`ipotesi assegna all`uomo, per cui, tende ad interpretarla in un senso attenuato.
Nell`ambito della teoria inflazionaria di una pluralità di mondi possibili: "tra tutti gli universi possibili, ci troviamo in quello che ha ben funzionato in modo che noi esistessimo".

Vedi le altre puntate