Seguici    
Accedi
 

L’ascesa di Hitler

Il 30 gennaio 1933 è una data che hanno cambiato la Storia: Adolf Hitler è nominato cancelliere del Reich e la sua ascesa al potere è il risultato di complotti, di rivalità personali e di vendette. Ma come si è arrivati a quel giorno?

A “Il Tempo e la Storia”, il programma di Rai Cultura, Massimo Bernardini ne parla con il professor Emilio Gentile.

All’inizio del 1933, la Repubblica di Weimar, il giovane Stato tedesco fondato nel 1919, alla fine della Grande Guerra, sembra finalmente al riparo dall’assalto delle forze antidemocratiche che ne minacciano l’esistenza.

Il Partito Nazionalsocialista è in gravi difficoltà, attraversa una profonda crisi interna e alle elezioni del novembre 1932 ha registrato un sensibile calo di consensi. Per Hitler sembra cominciato il declino, la sua carriera politica è in bilico.

I titoli dei giornali annunciano trionfalmente che la Repubblica è salva. Ma in meno di un mese, accade l’impensabile: Hitler assume legalmente la carica di cancelliere e l’ottimismo di poche settimane prima appare solo un’illusione collettiva.

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo