Seguici    
Accedi
 

La propaganda di Salò

Dopo la caduta del 25 luglio e l’armistizio dell’8 settembre Mussolini liberato dai tedeschi dalla prigionia sul Gran Sasso, riannoda il legame con il III Reich e cerca di ricompattare le fila del fascismo e dei suoi apparati. In particolare i settori strategici della stampa e della propaganda.

Un tentativo analizzato dal professor Matteo Mazzoni a “Il Tempo e la Storia”, il programma di Rai Cultura.

Primo obiettivo della Repubblica Sociale, la cosiddetta Repubblica di Salò, nata il 23 settembre del 1943, è ritrovare il consenso degli italiani dopo tre anni di guerra a fianco dei nazisti e i disastri provocati dal conflitto.

Una miriade di quotidiani, riviste, opuscoli nascono per diffondere il nuovo corso del fascismo. E  per additare i nemici vecchi e nuovi che ne ostacolano il cammino.

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo