Seguici    
Accedi
 

La ricerca è tutto

“Oggi per conquistarci il mercato dobbiamo essere al massimo livello tecnologico, e per questo la ricerca per noi non solo è fondamentale, ma è quella che ci permette di sopravvivere in un mercato competitivo.” Giovanni Bardelli è il presidente e l’amministratore delegato della Ids – Ingegneria dei sistemi spa, un’azienda nata oltre 30 anni fa partendo da applicazioni sull’elettromagnetismo e la radaristica per aree di nicchia ed approdata nel tempo alla dimensione odierna che la vede operare in settori che vanno dal navale all’aeronautico, alla navigazione aerea ed ai radar per applicazioni civili. “Negli ultimi venti anni abbiamo investito più del 20 per cento del fatturato in ricerca”. La struttura societaria è basata su 11 laboratori di ricerca e 4 divisioni che provvedono a “ingegnerizzare” i risultati delle ricerche rendendoli vendibili sul mercato. Le previsioni di quest’anno parlano di un fatturato di circa 44 milioni di euro e di circa 9 milioni investiti in ricerca. “La situazione italiana nel passato è stata abbastanza favorevole”, afferma Bardelli. “C’erano diverse normative che ci permettevano di aiutare con finanza agevolata i progetti di ricerca. Negli ultimi tempi, soprattutto nell’ultimo anno, questa situazione si è un pochino ridotta, quindi non ci sono le risorse, gli aiuti finanziari che ci permetterebbero di espandere ulteriormente questa attività.” La prossima sfida sarà dunque di sviluppare parte del lavoro nelle proprie subsidiary estere in Canada, Australia, Brasile e Inghilterra, paesi che prevedono maggiori aiuti finanziari per la ricerca. “In Italia riusciamo ad avere ancora persone con una preparazione tecnologica estremamente elevata”, sostiene Bardelli riguardo al cosiddetto fenomeno del brain drain. “Il problema non credo che sia quello dei cervelli che vanno all’estero. Il problema è organizzarsi perché poi ritornino.”

Vedi le altre puntate