Seguici    
Accedi
 

La Vita Nova di Dante: un`autobiografia ideale

L`analisi critica di Guido Davico Bonino si sofferma sulla produzione lirica di Dante (Firenze, 1265 – Ravenna, 1321). La Vita Nova, considerata l’ “autobiografia ideale” del poeta, è un’opera giovanile composta di prosa e poesia (trentuno liriche, di cui venticinque sonetti, quattro canzoni, una ballata e una stanza isolata). Nel video si considera la parte in versi della raccolta, i cui componimenti sono databili dal 1283 al 1293, e le Rime, in cui Dante passa dal registro burlesco, come nella tenzone con Forese Donati, al “parlar aspro” delle “rime petrose”.


L`attore Giancarlo Dettori legge dalle Rime i sonetti: Guido, i` vorrei che tu e Lapo ed io e Un dì venne a me Malinconia; le ballate Deh, Violetta, che in ombra d`Amore e I` mi son pargoletta bella e nova e la sestina Al poco giorno e al gran cerchio d`ombra. Da La Vita Nova, i sonetti Tanto gentil e tanto onesta pare e Deh, peregrini che pensosi andate.

Vedi le altre puntate