Seguici    
Accedi
 

L`apertura del MAXXI - Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo

Inaugurazione del Maxxi, il Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, disegnato dall’architetto Zaha Hadid.

Zaha Hadid, grande firma dell’architettura moderna, realizza a Roma un suo doppio sogno, cioè quello di dotare la città di un primo e fondamentale luogo dove esporre l’arte contemporanea e, parallelamente di costruire un “oggetto” anch’esso dall’alto “artistico”.
Come oramai si fa in diverse parti del mondo , l’oggetto stabile, ovvero il museo entro il quale viene ospitata l’arte è a sua volta concepito come un’ opera che “artisticamente” dialoga nel contesto della città nel quale è calato. Il Maxxi di Roma diviene quindi innanzitutto un oggetto da esplorare, una cassa di risonanza di per se stessa produttrice di emozioni e sensazioni entro le quali vivono altri “strumenti” anch’essi concepiti per emettere una musica propria.

 

Zaha Hadid (1950-2016), irachena di nascita e naturalizzata britannica, consegue nel 1971 un master in matematica pura presso l’Università americana di Beirut e dal 1972 al 1977 frequenta l’Architectural Association di Londra. Nel 1980 inaugura il proprio studio londinese progettando un appartamento a Eaton Place che vince il massimo riconoscimento di Architectural Design nel 1982.

Raggiunta la notorietà internazionale nel 1983 con la vittoria nel concorso “The Peak” a Hong Kong, negli anni succesivi le sue opere vengono pubblicate ed esposte in mostre e musei, fra cui il Guggenheim Museum a New York, la GA Gallery a Tokyo e la Grand Central Station a New York.

Nel 1999 vince il concorso internazionale per la realizzazione a Roma del nuovo polo nazionale, culturale ed espositivo dedicato all’arte e all’architettura contemporanee: il Maxxi (Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo), che è stato aperto al pubblico nella primavera del 2010.

Nel 2004 Zaha Hadid è stata la prima donna a vincere il Premio Pritzker per l’Architettura.

 

“La matematica è una disciplina che ti educa a organizzare e strutturare i processi della mente”Zaha Hadid.

Vedi le altre puntate

Mostre

Focus

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo