Seguici    
Accedi
 

Le esposizioni universali

L’'Expo di Milano è alle porte: un evento che affonda le proprie radici in centocinquanta anni di storia. Solo una grande vetrina o specchio di un mondo in continua evoluzione?

Il prof. Guido Abbattista, –risponde andando alla scoperta delle esposizioni universali dal 1889 - con l’'Expo parigino che vide l'’inaugurazione della Tour Eiffel - ai giorni nostri, sulla soglia di Milano 2015.

Quella dell’'Esposizione Universale è, all’'inizio, una “febbre” che contagia soprattutto Francia e Inghilterra, le due grandi potenze coloniali, ma che dilaga poi in tutta Europa e in  Italia, a  Milano nel 1906 e a Torino nel 1911, per celebrare i cinquant'anni dell'’Unità.

Anche il Fascismo e la sua propaganda subiscono il fascino dell’'evento: il progetto Eur diventa la materializzazione del sogno di ospitare l’'Expo nel 1942, ma sarà la guerra a infrangerlo e non solo a casa nostra. Bisogna, infatti, attendere Bruxelles 1958 per assistere a una nuova esposizione universale.

Il resto è storia recente: il fascino delle esposizioni universali resta intatto, come dimostrano Shangai 2010, con la Cine impegnata a mostrare la propria grandezza, e la gioia di Milano alla notizia –nel 2008 - di essere stata scelta come sede dell’'Expo che sta per cominciare.

Le esposizioni universali
Guido Abbattista
Cosimo Calamini

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo