Seguici    
Accedi
 
 Le retribuzioni e la laurea: quale rapporto?

Le retribuzioni e la laurea: quale rapporto?

Le retribuzioni medie totali degli Impiegati sono cresciute dello 4,8%, confrontando però la popolazione impiegatizia per titolo di studio e anni di esperienza emergono alcune differenze, come illustra il 19esimo Rapporto sulle retribuzioni di OD&M Consulting, società specializzata in HR Consulting di Gi Group

Le retribuzioni dei giovani laureati sono cresciute di meno, con poche differenze fra chi ha meno di 2 anni di esperienza (+2,8%) e chi ha fra i 3 e i 5 anni (+3,2%). Le retribuzioni dei non laureati sono cresciute un poco di più rispetto ai laureati, anche se sempre al di sotto della media generale degli Impiegati.

Nel 2014 quindi il trend delle retribuzioni dei giovani impiegati non ha premiato i laureati.
Considerando il trend registrato nel quinquennio 2010-2014, viene confermato che le retribuzioni dei laureati sono cresciute poco di meno rispetto a quelle di chi ha un titolo di studi inferiore, indipendentemente dagli anni di esperienza. Per entrambi i cluster esaminati (laureati e non laureati) a crescere di più sono le retribuzioni dei lavoratori con meno esperienza.
La questione cambia se si esaminano le retribuzioni annue lorde, in questo caso risulta evidente come avere una laurea “premi”, infatti le retribuzioni dei giovani laureati sono sempre maggiori rispetto a quelle dei coetanei non laureati, indipendentemente dall’esperienza lavorativa.
In generale i più giovani, indipendentemente dal titolo di studio e dagli anni di esperienza, hanno retribuzioni inferiori alla media generale degli Impiegati, ma i laureati con 3-5 anni di esperienza lavorativo hanno una retribuzione media in linea con quella generale degli Impiegati.
Entrando nel dettaglio e confrontando le retribuzioni dei laureati con quelle dei non laureati con gli stessi anni di esperienza, fra chi è nella fase di ingresso nel mondo del lavoro i laureati guadagnano in media il 12,3% in più, pari a quasi 3.000 €, fra chi ha più esperienza la differenza arriva al 20,4%, un laureato guadagna in media 5.000 € in più di un non laureato.
Va inoltre evidenziato come le retribuzioni dei laureati siano superiori anche rispetto a quelle dei non laureati con più anni di esperienza. Nel 2014 le retribuzioni dei laureati con meno esperienza hanno superato del 9,3% (quasi 2.300 €) quelle dei non laureati con più esperienza.
La laurea ha quindi un effetto sulle retribuzioni maggiore rispetto all’anzianità professionale.


Tuttavia nel 2014 il gap fra le retribuzioni dei laureati rispetto a quelle dei non laureati, che era cresciuto nell’anno precedente, si è andato riducendo.
Il possesso di una laurea ha un effetto premiante anche durante la carriera professionale, i laureati al crescere della propria anzianità lavorativa e professionale vedono crescere le proprie retribuzioni in maniera più consistente rispetto a quanto avviene per i non laureati.
Il passaggio dalla fase di ingresso a quella di sviluppo garantisce ai laureati un incremento retributivo del 10,2% pari a circa 2.700 € lordi annui, mentre per i non laureati la differenza è del 2,8%, meno di 700 €.

 

Il focus sui giovani laureati è stato condotto su un cluster di:

-giovani d’età inferiore ai 30 anni in possesso di almeno una laura quinquennale

-giovani della stessa età e con lo stesso inquadramento, ma non in possesso di una laurea.


Nell’analisi sono stati esaminati separatamente chi ha dichiarato 1-2 anni d’esperienza (popolazione in fase di “ingresso” nel mondo del lavoro) e chi ha un’esperienza di 3-5 anni (popolazione in fase di “sviluppo”). Vengono inoltre riportati i dati retributivi relativi ai singoli anni, compresa la tendenza rilevata nei primi 6 mesi del 2014, ma anche il trend del quinquennio 2010-2014.
Le retribuzioni medie dei giovani laureati (con 1-2 anni di esperienza e con 3-5 anni di esperienza) sono poi confrontate con le medie retributive dei giovani che non sono in possesso di una laurea quinquennale e, in generale, con le medie retributive dell’intera categoria degli Impiegati.

 

Vedi le altre puntate