Seguici    
Accedi
 

L`esperto.eco - Antonino Zichichi

Il Professore Antonino Zichichi mette in relazione il ruolo di una delle ultime scoperte della scienza, i raggi cosmici, nello studio dei cambiamenti  climatici e ambientali. I raggi cosmici vengono da zone poco conosciute dell’Universo. I raggi cosmici sono protoni. Viaggiano milioni e milioni di anni prima di arrivare sulla terra. Il primo problema è capire da dove vengono. La scoperta dei raggi cosmici ha portato a una cosa che nessuna persona avrebbe mai potuto immaginare: alla scoperta dell’universo subnucleare. Un universo che nessuno avrebbe mai potuto immaginare. Un universo che sta dentro la nostra massa, di neutroni e protoni. L’anno d’oro della fisica dei raggi cosmici è il 1947 grazie a due scoperte: la colla nucleare e le particelle strane. La colla nucleare rappresenta l’ultimo passo nel capire tutto ciò che si era cercato di capire sulla struttura del mondo nucleare. Gli atomi erano immaginati come sfere piene di materie invece il 99% di questa materia è concentrata nel nucleo. Come stanno insieme neutroni e protoni? Attraverso i pioni che sono il primo esempio di colla nucleare. Le particelle strane furono chiamate così perché nessuno capiva che funzione avessero. Attraverso lo studio dei raggi cosmici, usando le camere a nebbia, si scoprirono che queste particelle creavano dei fenomeni strani. I raggi cosmici sono lo strumento che permette ai sistemi nuvolosi di esistere e per questo possono essere uno strumento importante per lo studio dei cambiamenti climatici. Il grande pubblico si chiede cosa bisognerebbe fare per superare la crisi del nostro tempo. Crisi che consiste nella difesa ambientale. Lo strumento più potente per la difesa dell’ambiente è la scienza. Le cosiddette 63 emergenze planetarie sarebbero il risultato del progresso della scienza. Invece sono il risultato della violenza politica ed economica. Bisogna rendersi conto che ci vorrebbe più scienza ovunque. La ricerca scientifica deve diventare parte fondamentale della nostra cultura moderna. 

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo