Seguici    
Accedi
 
 Lombardia, prima regione d`Italia per sistema duale formazione-lavoro

Lombardia, prima regione d`Italia per sistema duale formazione-lavoro

La Lombadia stanzia 275 milioni di Euro di investimenti per l'anno scolastico e formativo 2017/2018. La giunta regionale ha approvato lo stanziamento  economico che conferma la centralita' e la funzionalita' del sistema duale in alternanza scuola-lavoro, l'apprendistato formativo ed il forte sostegno alla filiera professionalizzante.
Il 'Sistema Lombardia' si conferma come modello virtuoso per tutto il Paese per la formazione e la ricerca di lavoro giovanile.
L’assessore all'Istruzione Formazione e Lavoro di Regione Lombardia Valentina Aprea, ha presentato la delibera, considerata una delle  più importanti dell’attuale legislatura.
La Dote Scuola
Il provvedimento, prevede lo stanziamento di 36,8 milioni per la dote scuola, divisi in:
· 20.000.000 euro per il buono Scuola
· 4.500.000 euro per il sostegno agli studenti disabili
· 11.100.000 euro per il contributo per l’acquisto dei libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica
· 1.200.000 euro per il riconoscimento del merito


Il sistema professionalizzante
La Regione ha previsto uno stanziamento destinato ad aiutare concretamente i giovani per prepararsi al futuro.
Tra le esperienze messe in campo le “Work experience all’estero”  con gli stage professionali svolti all'estero.


L’esatta suddivisione prevede:
· 206.475.154 euro per il consolidamento del sistema di istruzione e formazione professionale (leFP)
·   6.924.846 euro per il potenziamento dell’alternanza, scuola lavoro nei percorsi regionali di leFP, work-experienxe all’estero e per interventi per il contrasto alla dispersione scolastica e formativa
· 10.000.000 euro per la promozione dei percorsi in apprendistato di I livello
 
Alta formazione tecnica non accademica
Una filiera strategica, per la formazione di figure di alta professionalità per rispondere alla domanda proveniente dal mondo del lavoro pubblico e privato.
Questa formazione permette di far conseguire a giovani e adulti un diploma di specializzazione, nelle aree tecnologiche considerate prioritarie a livello nazionale, nel quadro strategico dell’Unione Europea: efficienza energetica, mobilità sostenibile, nuove tecnologie della vita, nuove tecnologie per il made in Italy, tecnologie innovative per i beni e le attività culturali, tecnologie dell’informazione e della comunicazione.


La Regione ha stanziato per questa tipologia di apprendimento:
· 5.000.000 euro per la realizzazione di nuovi percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS)
·8.000.000 euro per la realizzazione di percorsi ITS ordinamentali e l’assegnazione delle premialità

Vedi le altre puntate