Seguici    
Accedi
 

Nautilus - Bufale scientifiche

Errori, sviste, scoperte casuali. La scienza è andata avanti anche grazie agli errori in cui sono incappati anche i più grandi scienziati. Pensate alla costante cosmologica, una forza repulsiva teorizzata da Einstein che però poco dopo la ripudiò considerandola – testualmente - "la più grande cantonata della mia vita" .

Eppure, quasi quindici anni fa, è stato dimostrato che l'universo effettivamente si espande, ma in modo accelerato, perciò quella di Einstein non era poi così "cantonata". In questa puntata parliamo di errori scientifici: quelli totalmente falsi, meglio noti come bufale, e quelli che sono frutto di un metodo fallace.

Per iniziare questo viaggio, partiamo dalla mostra “Balle di Scienza – Storie di errori prima e dopo Galileo” organizzata dall’Infn. Poi parleremo dei legami tra scienza e paranormale con Massimo Polidoro, divulgatore scientifico, scrittore, giornalista, co-fondatore e segretario del Cicap (Comitato italiano per il controllo delle affermazioni sulle pseudoscienze).

È un “esploratore dell’insolito”, ed è diventato un personaggio di fantasia citato da Dylan Dog, raffigurato a fianco di Martin Mystere. Scopriremo che non è facile difendersi dalla pseudoscienza: infatti anche premi Nobel come Charles Richet, Pierre Curie, Brian Josephson, Linus Pauling e altri hanno finito per credere alle idee e alle teorie più assurde. Ai nostri giorni, il più grande smascheratore di bufale è l’americano James Randi e Polidori ci racconterà alcune delle sue tecniche.

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo