Seguici    
Accedi
 

Nautilus - Il collisore di particelle

L’LHC, The Large Hadron Collider, è nato solo nel 2008 ma è già il più grande e potente acceleratore di particelle del mondo e si trova al Cern di Ginevra.
Consiste in un anello lungo 27 kilometri, e in alcuni punti la temperatura raggiunge i – 271.3° centigradi. È il posto più freddo dell’intero sistema solare. 50.000 tonnellate di tecnologie (tra materiale, magneti, collimatori e strumentazione) sono state installate nel tunnel di LHC: tutta la tecnologia che vi si trova è pari a 7 Tour Eiffel.

Copriamoci bene e andiamo dentro l’LHC, questo Grande Collisore di Adroni, che viene utilizzato per ricerche sperimentali nel campo della fisica delle particelle. Talmente piccole che in confronto l’atomo appare un gigante. Scopriamo di che si tratta insieme a Chiara Bracco, fisico degli acceleratori e ricercatrice del CERN.

Chiara lavora nel gruppo di “Accelerator Beam Transfer”, che è responsabile della progettazione, costruzione e funzionamento delle linee di trasferimento tra i vari acceleratori che costituiscono il complesso di acceleratori del CERN. Lo scopo e preservare la qualità del fascio dalla sua origine fino alla sua “utilizzazione” anche in un momento delicato come il passaggio da un acceleratore all’altro. Lei ci spiegherà come funziona un acceleratore di particelle, a cosa serve e come mai dev'essere un circuito così grande. E ce lo spiegherà con una metafora ardita e divertente: quello di una gara podistica. Vediamo perché.

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo