Seguici    
Accedi
 

Nautilus - Il linguaggio della rete

Nella quarta puntata, parleremo del linguaggio della rete, per capirne le innovazioni, con la docente e blogger Giovanna Cosenza e con il giornalista Luca Sofri, in collegamento da Milano. La prof.ssa Cosenza parte dalla differenza tra informare e raccontare: “Informare è sempre anche raccontare, ma non è detto sia vero il contrario. Il racconto fa parte di noi, l’informazione - per arrivare - deve essere condita da un minimo di narrazione”. Giovanna Cosenza proseguirà parlandoci di diverse forme di scrittura nell’era del digitale: “Un sito è caratterizzato da staticità, mentre un blog implica un aggiornamento continuo. La differenza è sottile, le due definizioni si intrecciano continuamente. In generale, la scrittura giornalistica, destinata alla rete, ha accentuato delle caratteristiche che i giornalisti conoscevano e usavano già. La rete ha molte nicchie, ognuna ha lettori, regole e linguaggi diversi”. Sull’argomento, e in particolare sul giornalismo online, continuerà Luca Sofri: “La rete offre molteplici possibilità, le regole base non esistono più. In realtà, i meccanismi di ricerca di immediatezza non sono una peculiarità dei giornali digitali, valgono anche per le versioni cartacee. L’impoverimento della lingua parte dai mezzi di comunicazione tradizionali e poi trabocca sul web”. Infine, Luca Sofri aggiungerà che: “Non attira più la testata, ma la notizia. Ma la viralità di una notizia, intesa come diffusione, non è necessariamente indice di qualità. Abbiamo delegato troppo i lettori nello scegliere quali sono le notizie che funzionano”.

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo