Seguici    
Accedi
 

Nautilus - Le altre memorie

Nella seconda puntata, daremo spazio alla memoria di altri accadimenti storici, che spesso rischiano di essere dimenticati. La stessa Shoah si scompone in tanti percorsi diversi, non tutti noti allo stesso modo. Ritroveremo il Prof. Maurizio Ferraris, che sull’importanza degli Oggetti della memoria ci dice che: “Un memoriale è un documento fatto per durare nel tempo. Gli oggetti ci guardano con sguardo ironico perché sanno che dureranno più di noi. In questo caso specifico, ci danno anche l’idea dell’enormità di persone sterminate, perché restano, ad imperitura memoria, capannoni di scarpe e bambole, appartenuti alle persone trucidate”. Alla domanda sul perché alcune storie vengono ricordate e altre no, Ferraris risponde che “nella memoria c’è selettività, quando si ricorda qualcosa, si dimentica qualcos’altro, ma senza documenti non ci sono promesse, e senza promesse non c’è etica e non c’è la possibilità di rendere giustizia ai morti”. Ascolteremo, poi, il cantautore Simone Cristicchi sulla vicenda degli esuli d’Istria, alla quale ha dedicato il suo ultimo spettacolo. Ancora, ci fornirà il suo contributo il regista Andrea Segre, autore di un documentario sullo sterminio dei popoli zingari durante il Nazismo.

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo