Seguici    
Accedi
 

Nautilus - Letteratura di viaggio

In questa seconda puntata di Nautilus, saranno il libri a portarci altrove. Visentin ci racconta che “la letteratura di viaggio nasce nell’antichità, ma un grande scrittore di viaggi non è necessariamente un grande viaggiatore. Salgari, ad esempio, ha scritto dei capolavori ambientati nella giungla e non si era mai mosso.” Federico Taddia chiederà ai nostri ospiti cosa si legge per prepararsi ad un viaggio. Per Syusy Bladi, la preparazione del viaggio è già un lavoro, e continua dopo con la fase di riflessione. La viaggiatrice continua: "Mi piacciono di più i saggi perché parlano di cose reali, mi interessano le cose irrisolte”. I ragazzi di Intercultura sposano questa tesi, sono tutti d’accordo sul fatto che serva “spirito di adattamento nei confronti di nuovi modi di pensare e di agire e questo nei libri non si trova”. La puntata è chiusa da Visentin, secondo cui “tutti i viaggi cominciano con un sogno”. 

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo