Seguici    
Accedi
 

Nautilus - L`osservatorio privilegiato del Polo Nord

Il Polo nord è un osservatorio privilegiato per valutare le conseguenze del cambiamento climatico perché questo avviene in Artico piu' rapidamente che da qualsiasi altra parte del nostro Pianeta.

Tra i Poli e il resto del Pianeta esiste un rapporto di equilibrio termico ben preciso: per via del gioco delle correnti, l’aria calda proveniente dall’equatore si raffredda man mano che si muove verso le estremità.

Ma se l’aria diventa mediamente sempre più calda, anche quella che finisce ai Poli riesce a raffreddarsi di meno, ed ecco che i ghiacciai si sciolgono.

I poli sono il regolatore termico del Pianeta, perciò se i ghiacciai continuano a ridursi, potremmo trovarci di fronte ad  eventi  imprevedibili con fenomeni estremi (inverni molto freddi, estati troppo calde, precipitazioni violente) anche in area del pianeta solitamente piu’ miti.

Al Polo Nord l’Italia ha una sua stazione di ricerca che collabora con le altre prestigiose istituzioni scientifiche internazionali al fine di monitorare costantemente le variazioni fisiche e chimiche dell’ecosistema di questo luogo remoto, paradossalmente più inquinato di molti paesi industriali confinanti. 

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo