Seguici    
Accedi
 

Nautilus - L`universo invisibile: buchi neri e stelle di neutroni

Dagli inizi dell'astronomia gli uomini hanno potuto osservare e studiare soltanto gli astri che brillano nell'intervallo visibile, che è soltanto una piccola parte dello spettro elettromagnetico: una parte dove il nostro occhio è sensibile. Ma gli oggetti celesti emettono anche ad altre lunghezze d’onda, che noi non vediamo: ecco perché dobbiamo imparare a vedere l’Universo invisibile.

A Nautilus impariamo a guardare l’universo invisibile insieme alla Professoressa Patrizia Caraveo - Direttore dell’Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica di Milano dell’Istituto Nazionale di Astrofisica - tra i primi scienziati a capire il ruolo fondamentale delle stelle di neutroni nell’astrofisica delle alte energie.

Scopriremo insieme a lei che cosa accade quando muore una stella; “guarderemo il cielo” fatto di nane bianche, pulsar, buchi neri, stelle di neutroni. E poi scopriremo lei, “Geminga”, con la sua storia così unica e straordinaria: Geminga è la prima pulsar senza emissione radio. A testimonianza che studiare ciò che non si vede si può, ed è anche un viaggio molto affascinante.

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo