Seguici    
Accedi
 

Nautilus - Memoria e testimonianza

In merito all’importanza delle testimonianze, nella terza puntata, Federico Taddia incontrerà la Storica Anna Foa, che nel suo libro Portico D’Ottavia n. 13 ripercorre i momenti dell’arrivo dei Nazisti in questo palazzo del ghetto ebraico di Roma. Grazie all'incontro con i familiari dei protagonisti, ci è così raccontato un episodio di cui, probabilmente, si sarebbe persa ogni traccia.  Anna Foa dice: "La testimonianza diventa memoria. La memoria non è automatica, è necessario alimentarla, la testimonianza è volontaria e bisogna controllarla, verificarla. La microstoria apre alla Grande Storia, così mi è venuta voglia di raccontare la storia di questo posto, ma soprattutto di dare un nome a quelle persone che avevano abitato lì - circa un centinaio - fino al 16 gennaio 1943. Il Caso è l’elemento fondamentale in questo tipo di vicende. Tante persone si sono salvate per caso e tante altre sono morte per lo stesso motivo”. La scrittrice aggiungerà alla fine che “per molto tempo si è scelto di dimenticare, perché altrimenti non si tornava a vivere”.

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo