Seguici    
Accedi
 

Nautilus - Viaggio come scoperta

Oggi a Nautilus si parlerà del viaggio come scoperta. Secondo Rumiz “l’ignoto comincia già fuori la porta di casa, perché non sai mai chi incontrerai. Ciò che rende unico un viaggio sono le persone che si incontrano. Ignota è anche la sensazione che provi alla partenza, ci si sente nudi davanti alla novità”. Ignoti, nel vero senso della parola, sono i luoghi esplorati da Fabio Pupin, Ricercatore in tema di Biodiversità tropicale. Pupin ci racconterà, tramite le sue fotografie, dei viaggi in Africa Orientale e in particolare come un incontro con un gorilla gli abbia cambiato la vita. Il ricercatore conviene con Rumiz nell'opinione circa l'ignoto, "è fuori della porta di casa, come ci si predispone a scoprirlo fa la differenza”. Per entrambi, quindi, l’idea di perdersi è affascinante, ed è alla base del racconto. Rumiz ci parlerà poi del suo viaggio in Europa in verticale “andavo controcorrente rispetto alle linee più battute. Ci vuole pochissimo a ritrovarsi soli con il paesaggio. Così gli incontri sono fatali, sono le persone che incontri che ti si propongono per prime, e, creato un legame, poi si raccontano loro stesse, senza bisogno di chiedere". 

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo