Seguici    
Accedi
 

Olivetti utopia e coraggio

Reinvestire i profitti aziendali a beneficio di tutta la comunità. Il grande sogno di Adriano Olivetti.

Il professor Marco Peroni analizza quarant’anni di vita del “padre” dell’'informatica italiana: dal 1914, quando Adriano Olivetti fa la prima esperienza, a 13 anni come operaio, nella fabbrica paterna, al 1959, quando nasce Elea 9003, il primo calcolatore elettronico interamente italiano. Senza dimenticare la creazione di un oggetto simbolo dello scorso secolo: la macchina da scrivere Lettera 22, nata nel 1950.

È la storia di un successo costruito da Olivetti sfidando le crisi degli anni '30, ma anche il Fascismo, al quale inizialmente aderisce, e puntando sulla creatività italiana, sulla ricerca di talenti e di un nuovo modello aziendale.

“Nel 1933 – ricorda il professor Peroni, aveva preso la tessera del partito fascista, ma lo fece per responsabilità verso la sua azienda. Ma tutta la sua vita testimonia il suo antifascismo, le frequentazioni degli scritti di Gobetti fino alla cospirazione che lo porta all'’arresto…”.

Per rendersi conto del vento di novità portato da Olivetti basta leggere i nomi di alcuni degli intellettuali da lui “arruolati”:  Paolo Volponi è direttore dei servizi sociali, il poeta Giovanni Giudici lavora all'’ufficio pubblicità, il critico letterario Eugenio Pampaloni è il braccio destro di Adriano.

Ma con lui collaborano anche Pier Paolo Pasolini, Tino Buazzelli, Eduardo De Filippo. Un comunità, più che un’'azienda, in cui orari e condizioni di lavoro, iniziative culturali e persino scelte urbanistiche ed edilizie hanno un preciso significato: unire utilità e bellezza. “Olivetti – aggiunge Peroni, concepisce l’'azienda come un organismo cognitivo: più sarà colto e più darà frutti migliori…”.

Ma non tutti, nel mondo industriale, vedono di buon occhio i successi di Olivetti. Soprattutto la Fiat, che pure non è in concorrenza con i suoi prodotti.

Olivetti utopia e coraggio
con Marco Peroni
di Alessandro Varchetta

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo